Come diventare più forti senza assumere nessuna medicina

Come diventare più forti senza assumere nessuna medicina

Non mi stancherò mai di dire che la modernità ci ha rovinati e ridotti ad un ammasso di automi che vivono esattamente come dice la società. Questa società tossica ci indebolisce sia mentalmente che fisicamente. Il nostro corpo ci invia continuamente segnali per avvisarci di ciò, ma noi non lo ascoltiamo e anzi cerchiamo soluzioni rapide per risolvere qualsiasi problema. Se siamo obesi cerchiamo la pillola che ci faccia dimagrire ed alla svelta, se siamo depressi vogliamo la pillola che ci curi la depressione, se abbiamo mal di testa, immediatamente prendiamo un antiinfiammatorio senza fermarci a chiederci come mai ci sia venuto il mal di testa.

Seguendo questo trend, cerchiamo anche la pillola magica che ci possa rendere più intelligenti e quella che ci possa rendere anche forti fisicamente. Non abbiamo capito nulla purtroppo! Ora non voglio demonizzare totalmente l'utilizzo dei farmaci e dei parafarmaci. Però è chiaro che non è normale assumere farmaci ed integratori in maniera così compulsiva senza cercare alla radice quale possa essere il problema. Vi siete mai chiesti come mai vi sentite sempre fiacchi, depressi e privi di energie? Vi siete mai chiesti come mai molte persone si ammalano così facilmente, come mai ogni anno ad esempio ci becchiamo l'influenza?

Ecco, la risposta è semplice. Non siamo nati per vivere come viviamo. Il nostro corpo è una macchina perfetta e volendola paragonare ad un automobile, è nata per muoversi, non per stare posteggiata sopra una sedia in ufficio all'interno di un grigio edificio, in una grigia città super inquinata. Non siamo nati per saltare dal letto come le molle alle 6 del mattino e per buttarci nel traffico nel tentativo di raggiungere il luogo di lavoro in tempo ogni mattina. Non siamo nati per mangiare schifezze al volo, tanto si sa, l'importante è il fatturato. I soldi contano più di tutto. Ma se arriviamo girati come un calzino a fine mese che cavolo ci facciamo con i soldi? Acquistiamo farmaci per alleviare i segnali che il nostro corpo vuole comunicarci? Se ci ammaliamo prima della pensione, o se arriviamo alla pensione con diverse patologie dovute allo stile di vita errato che abbiamo condotto negli ultimi 40 anni di vita, a cosa ci serviranno i soldi? A pagarci le medicine? Ed una volta raggiunta la tanto agognata pensione, anche se abbiamo un buon tenore di vita, senza energie che dobbiamo fare? Vogliamo fare il giro del mondo? Forse assai assai possiamo andare a fare un giro in qualche centro commerciale per fare la spesa e per comprare i nostri farmaci.

Sia chiaro, come dicevo prima, non voglio demonizzare al 100% l'utilizzo dei farmaci. I farmaci salvano milioni di vite ogni giorno ed alcune classi di farmaci importanti come gli antibiotici ad esempio, hanno permesso un' aspettativa di vita decisamente più lunga. Ecco detto questo, nella maggior parte dei casi prendiamo farmaci non perché la cattiva sorte ci ha portato quella determinata patologia, ma semplicemente perché ce la siamo procurati noi, senza se e senza ma! 

Quindi se vogliamo diventare più forti veramente, sia fisicamente che psicologicamente, dobbiamo imparare a vivere diversamente. Il primo aiuto ci arriva dal Blog di Francesco Narmenni e dalla sua Community di semplicità volontaria. Se cercate in rete capirete di cosa sto parlando. Comunque in buona sostanza, Francesco ci dice che per tornare ad essere veramente felici e quindi vivere in salute dal punto di vista psicologico e di conseguenza anche fisico (molte malattie somatizzano a partire da un disturbo psicologico), dobbiamo tornare a vivere in maniera più semplice come in passato. Per fare ciò dobbiamo limitare il più possibile l'utilizzo del denaro, perché è il vero colpevole del nostro stile di vita. Se non avessimo l'esigenza impulsiva ad esempio di acquistare tutto ciò che ci propina la società, potremmo lavorare di meno e quindi anche se il nostro stipendio fosse più basso (forse nemmeno di troppo più basso dato che chi ha un reddito più basso viene tassato anche di meno), avremmo più tempo da dedicare alle cose veramente importanti della nostra vita come ad esempio i nostri figli, i nostri familiari, ed i nostri amici. Inoltre saremmo anche meno stressati e certamente avremmo anche più voglia di mangiare cibi più sani

Quindi cari amici, non c'è una ricetta unica per essere più forti. La ricetta siamo noi! Dobbiamo semplicemente ascoltare i segnali del nostro corpo e quindi iniziare a curarcene di più iniziando a fare più attività fisica, iniziando a mangiare cibi di qualità e più genuini e magari iniziando anche a lavorare un po' meno tagliando le spese superflue che ci obbligano a lavorare come degli schiavi 40 ore settimanali più straordinari + x ore perse nel tragitto casa lavoro. 

Tornando al discorso lavoro, è fondamentale cercare di fare un lavoro che ci piaccia davvero svolgere, a prescindere dallo stipendio che andremo a percepire. Perché se lavoriamo solo per lo stipendio, finiremo presto per diventare frustrati, insoddisfatti, nevrotici e chi più ne ha più ne metta. Quindi se non amate il vostro lavoro, cercate nel poco tempo che vi rimane di cercare il modo di trovare un lavoro che possa soddisfare le vostre aspirazioni e che magari possa aiutare anche le persone. Se non riuscite a trovare nessun lavoro che vi appaghi, provate ad inventarvelo voi stessi. Partite dalle vostre passioni e cercate di sfruttare i potenti strumenti che abbiamo oggi grazie ad Internet ed i social network. Chiaramente non è semplice crearsi un lavoro parallelo da zero, ne tanto meno sostituire il vostro vecchio lavoro con quello che vi siete creati, ci vorrà tempo, studio e dedizione, ma certamente se riuscirete, vivrete la vita in maniera più appagata e serena e certamente questo vi darà più stimoli, più energie e soprattutto più fiducia in voi stessi e come conseguenza migliorerete certamente anche la vostra salute da tutti i punti di vista e sarete quindi certamente più forti!

La trasformazione non potrà essere completa, se oltre a cercare tutto ciò, non ci allontaniamo anche dalle cattive abitudini nelle quali ci rifugiamo per spegnere i nostri pensieri derivati dalla nostra quotidianità sregolata. Quindi smettiamo di fumare ed abusare di alcolici. L'aperitivo va bene  farlo, ma fatelo una volta a settimana, non ogni sera dopo il lavoro. L'alcol, come il fumo, è un potente cancerogeno e fa parte del gruppo 1 delle sostanze con precise evidenze di cancerogenicità. In una società normale, l'utilizzo di queste sostanze dovrebbe quanto meno essere scoraggiato, ma guarda caso quando c'è la pubblicità in tv salta fuori sempre lo spot dell'alcolico di turno. Ad ogni modo per non dilungarci, il succo del discorso è che dobbiamo controllare le nostre pulsioni e cercare di controllare i nostri comportamenti che potrebbero provocarci seri problemi di salute in futuro.

Commenti

Lascia una risposta

I campi segnati con l'asterisco sono obbligatori

(Maggiori informazioni su termini e condizioni alla pagina di approfondimento)