Paga in 3 rate con PayPal

Sindrome Metabolica

In questo articolo volevo spiegare in maniera semplice la cosiddetta sindrome metabolica. Di cosa si tratta, quando viene diagnosticata, quali sono i rischi ad essa associata, come si cura e come si può evitare.

Sindrome metabolica: Come la definiamo?

La sindrome metabolica altro non è che una condizione clinica ad alto rischio che può portare a malattie cardiovascolari e diabete mellito di tipo 2, patologie piuttosto diffuse ed anche gravi che possono condurre a morte precoce oltre ad una qualità della vita decisamente inferiore.

Sindrome metabolica: Diagnosi

La diagnosi è legata alla copresenza di alcuni fattori di rischio, legati ad esempio alla

  1. circonferenza del giro vita, a sua volta parametro importante per quantificare il grasso viscerale,
  2. Alla pressione arteriosa
  3. Ai livelli di glicemia
  4. Ai livelli di trigliceridi
  5. Al colesterolo ematico

Sindrome metabolica ed insulino resistenza:

Ho già parlato di insulino resistenza in un articolo precedente.

L'insulino resistenza è direttamente correlata all'aumento di grasso viscerale e quindi con l'obesità viscerale. Con l'aumento del tessuto adiposo vengono rilasciati da quest'ultimo fattori pro infiammatori che diminuiscono il rilascio di adiponectina un potente fattore insulino sensibilizzante.

Inoltre il tessuto adiposo in seguito ad un continuo eccesso calorico, non è più in grado di stipare acidi grassi quindi la loro concentrazione ematica aumenta ed a livello epatico stimolano la gluconeogenesi.

La resistenza insulinica è appunto causata da questo eccesso di acidi grassi che interferiscono nell'uptake di glucosio a livello del tessuto muscolare. A livello centrale invece causano un danno fisico nelle insule del pancreas. Ecco perché aumentano i livelli di glicemia ematica ed ecco perché è possibile arrivare ad ammalarsi di diabete mellito di tipo 2.

Sindrome metabolica: Prevenzione primaria

Abbiamo visto che la sindrome metabolica è strettamente correlata ad obesità viscerale, ipertensione, diabete mellito di tipo 2 ecc. ecc. Bene come mai si diventa obesi? Nella stragrande maggioranza dei casi, l'obesità è causata da disturbi del comportamento alimentare o comunque dovuta a cattive pratiche alimentari e scarsa attività fisica.

Se siamo in continuo surplus calorico e non ci muoviamo è facile prendere parecchi kg di peso senza rendersene conto. Inoltre più si ha uno stile di vita errato e più è difficile disabituarsi e tornare ad uno stile di vita più salutare.

La prevenzione primaria quindi consiste nel ripristinare un buono stile alimentare ed aumentare il dispendio calorico, anche con attività fisiche a bassa intensità come la famosa camminata a piedi.

Sindrome metabolica: Prevenzione secondaria.

La prevenzione secondaria consiste nel ridurre i disagi causati dalle varie patologie quali diabete ed ipertensione. Vuol dire attuare una terapia farmacologica che ridurrà appunto gli effetti negative di queste patologie nel soggetto.

In questo caso non è più possibile (se non in rari casi) guarire perché la malattia è ormai cronica.

Sindrome metabolica: Conclusioni

Da quello che abbiamo capito, il declino delle nostre funzioni vitali è strettamente correlato ad abitudini di vita errate quali cattiva alimentazione e scarsa attività fisica. La base per il benessere parte allora da questi due pilastri fondamentali.

Prendersi cura di se stessi vuol dire allora principalmente iniziare a mangiare bene e fare anche solo un po' di movimento. Non è necessario avere un regime alimentare estremamente ferreo o andare in palestra 5 volte a settimana, la cosa fondamentale è iniziare!

Iniziare vuol dire anche solo ridurre ad 1 massimo 2 volte a settimana l'assunzione dei cosiddetti junk food o cibi spazzatura e delle cosiddette calorie liquide (bibite gasate e zuccherate).

Per far sì che il cambiamento sia sostenibile soprattutto a livello psicologico, è necessario iniziare in maniera graduale con pi

Leave a comment